Certificato di riconoscimento accademico di un titolo estero

Procedure di riconoscimento dei titoli

La ratifica della Convenzione di Lisbona, avvenuta tramite Legge 11 luglio 2002, n. 148, ha introdotto in Italia il concetto di riconoscimento finalizzato del titolo estero.

Il riconoscimento di un titolo estero nel sistema italiano, in base allo scopo e alle finalità della richiesta, segue diverse procedure e deve essere indirizzato a diversi enti preposti a tali adempimenti.

Per maggiori dettagli, riportiamo lo schema pubblicato sulla pagina web del CIMEA.

Riconoscimento accademico

Scopo del riconoscimentoEnte responsabileRiferimento normativo
Accesso ad un corso/Prosecuzione degli studiUniversità e Istituzioni AFAMArt. 2 Legge 148/2002
Abbreviazione di corso/Riconoscimento periodo studi/Riconoscimento di creditiUniversità e Istituzioni AFAMArt. 2 Legge 148/2002
Conseguimento del corrispondente titolo italiano (equipollenza)Università e Istituzioni AFAMArt. 2 Legge 148/2002
Equipollenza del Dottorato di RicercaMinistero dell'Università e della Ricerca (MUR)Art. 74 DPR 382/80

Riconoscimento non accademico

Scopo del riconoscimentoEnte responsabileRiferimento normativo
Accesso a pubblici concorsiPresidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica - Ufficio P.P.A.Art. 38 D.Lgs. 165/2001 e Art. 2 DPR 189/2009
Attribuzione di punteggio per la definizione della graduatoria definitiva nei pubblici concorsi/Progressione di carriera nella P.A.Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR) tramite domanda rivolta all'amministrazione interessataArt. 3 DPR 189/2009
Fini previdenziali/Riscatto periodo di studiMinistero dell'Università e della Ricerca (MUR) tramite domanda rivolta all'amministrazione interessataArt. 3 DPR 189/2009
Iscrizione ai Centri per l'impiegoMinistero dell'Università e della Ricerca (MUR) tramite domanda rivolta all'amministrazione interessataArt. 3 DPR 189/2009
Accesso al praticantato o tirocinio successivi al conseguimento del titoloMinistero dell'Università e della Ricerca (MUR) tramite domanda rivolta all'amministrazione interessataArt. 3 DPR 189/2009
Assegnazione di borse di studio e altri beneficiAmministrazione interessataArt. 4 DPR 189/2009
Valutazione di titoli e certificazioni comunitarieAmministrazione interessata con parere del Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR)Art. 12 Legge 29/2006

Riconoscimento professionale

Scopo del riconoscimentoEnte responsabileRiferimento normativo
Esercizio di professione regolamentata (es. Chimico, Medico, Psicologo, Ingegnere, ecc.)Ministero che vigila la professione (es. Salute, Giustizia, MUR, ecc.)Direttiva 2005/36/CE e Direttiva 2013/55/UE
Accesso al mercato del lavoro per professioni non-regolamentateDatore di lavoron.a.

 

Questa forma complessa di riconoscimento accademico si basa sulla valutazione analitica di un titolo accademico straniero, allo scopo di verificare se corrisponde in modo dettagliato - per livello e per contenuti - a un analogo titolo universitario italiano, tanto da poterlo definire "equivalente" e attribuirgli, di conseguenza, lo stesso peso giuridico.

La Legge 148/02 agli Artt. 2 e 3 attribuisce la competenza per il riconoscimento dei titoli di studio stranieri alle Università che la esercitano nell'ambito della loro autonomia ed in conformità ai rispettivi ordinamenti.

Per poter richiedere il riconoscimento di un titolo straniero (cioè ottenere un nostro certificato di equipollenza) devono verificarsi tutte queste condizioni:

  • il titolo straniero per cui si chiede l'equipollenza deve essere stato rilasciato da un'università o da un'altra istituzione di livello universitario che appartenga ufficialmente al sistema educativo di riferimento
  • il titolo straniero deve essere un titolo ufficiale del sistema di riferimento
  • il titolo straniero deve essere un titolo accademico finale di primo o di secondo ciclo (Bachelor-level o Master-level) comparabile per natura e per livello a un titolo italiano di Laurea o di Laurea Magistrale e che consenta l'ammissione al ciclo successivo nel sistema di riferimento
  • nell'offerta formativa del Politecnico di Milano deve essere presente, per l'anno accademico di rifermento nel periodo in cui si fa la richiesta, il titolo con cui si possa equiparare quello straniero
  • nel caso di richiesta di riconoscimento con una Laurea Magistrale si dovrà valutare anche il titolo del livello della Laurea, o il percorso iniziale nel caso di titoli a ciclo unico, per verificare che siano rispettati i requisiti minimi di ammissione alla Laurea Magistrale definiti dal Politecnico di Milano

Domande di riconoscimento accademico per corsi di laurea e laurea magistrale afferenti alla scuola di architettura urbanistica ingegneria delle costruzioni

Per le domande di riconoscimento accademico su un corso di laurea o laurea magistrale afferente alla Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni (https://www.auic.polimi.it/it), si consiglia di consultare i Decreti Ministeriali del 16 marzo 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale:

in cui vengono determinate le caratteristiche e i contenuti formativi obbligatori delle classi di Laurea e Laurea Magistrale.

Inoltre, per tutte le finalità di riconoscimento finalizzate all’esercizio della professione, consigliamo di consultare la Direttiva 2005/36/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 7 settembre 2005 relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali e il relativo allegato V.

La domanda di riconoscimento di un titolo estero

La finestra di presentazione relativa all'all'anno solare 2021 è attiva dal 15 marzo al 31 luglio 2021.

Ti consigliamo innanzitutto di verificare i documenti che devi presentare in allegato alla domanda:

Documenti da allegare alla richiesta

  1. Copia autenticata del titolo universitario straniero che si intende far riconoscere. Se il documento non è stato rilasciato dall'università direttamente in lingua inglese, francese o spagnola, è necessaria una traduzione. Il Politecnico di Milano accetta traduzioni in italiano (preferibilmente), inglese, francese o spagnolo.
  2. Academic Transcripts/certificato accademico degli esami sostenuti o Diploma Supplement. Se il documento non è stato rilasciato dall'università direttamente in lingua inglese, francese o spagnola, è necessaria una traduzione. Il Politecnico di Milano accetta traduzioni in italiano (preferibilmente), inglese, francese o spagnolo.
  3. (*) Attestato di Comparabilità del titolo universitario straniero rilasciato da CIMEA (Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche). 
    Per maggiori informazioni, è possibile consultare il seguente link: http://www.cimea.it/it/servizi/attestati-di-comparabilita-e-certificazione-dei-titoli/attestati-di-comparabilita-e-di-verifica-dei-titoli-diplome.aspx
  4. (*) Attestato di Verifica del titolo universitario straniero e del certificato degli esami sostenuti rilasciato da CIMEA (Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche). Per maggiori informazioni, è possibile consultare il seguente link: http://www.cimea.it/it/servizi/attestati-di-comparabilita-e-certificazione-dei-titoli/attestati-di-comparabilita-e-di-verifica-dei-titoli-diplome.aspx
  5. Programmi ufficiali in dettaglio dei corsi relativi agli esami sostenuti, con indicazione delle ore e dei CFU previsti per ogni corso e l'anno accademico in cui si è frequentato. Se il documento non è stato rilasciato dall'università direttamente in lingua inglese, francese o spagnola, è necessaria una traduzione. Il Politecnico di Milano accetta traduzioni in italiano (preferibilmente), inglese, francese o spagnolo.
  6. Certificato di conoscenza della lingua in cui è erogato il corso prescelto (ITALIANO o INGLESE) di livello non inferiore a B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER).
    Per maggiori dettagli sui certificati di INGLESE accettati e i relativi punteggi minimi richiesti, è possibile visitare la pagina: https://www.polimi.it/studenti-iscritti/lingua-inglese/studenti-dei-corsi-di-laurea-magistrale/
  7. Copia di un documento d'identità (passaporto, carta d'identità, patente), che dovrà anche essere caricato nella sezione dei dati personali nei Servizi Online
  8. Modulo di richiesta compilato e firmato, scaricabile a questo link

Nel caso di una richiesta di riconoscimento con un corso di Laurea Magistrale, gli stessi documenti relativi al titolo di studio conseguito precedentemente a quello per cui si richiede la valutazione saranno da allegare alla domanda. 

Se il titolo precedente è stato ottenuto presso un ateneo italiano, è necessario allegare l’autocertificazione del titolo stesso, nonché degli esami superati.

(*) L’Attestato di Comparabilità e l’Attestato di Verifica, previsti ai punti 3 e 4, possono essere sostituiti dalla seguente documentazione:
- "Dichiarazione di valore" del titolo accademico straniero per cui si richiede il riconoscimento, emesso dalla rappresentanza diplomatica italiana competente e che ne attesta la validità e la corrispondenza in loco
INOLTRE - I documenti indicati al punto 1 e 2 devono essere corredati di Apostille nel caso di paesi appartenenti alla Convenzione dell’Aia; legalizzati dalla rappresentanza diplomatica italiana negli altri casi.

La procedura per richiedere il riconoscimento del titolo estero prevede i seguenti passaggi:

1. Registrazione ai Servizi Online

Se non lo hai già fatto, registrati ai Servizi Online del Politecnico di Milano. Attraverso questa operazione, ti verrà attribuito un "codice persona" che dovrai inserire nella domanda di richiesta del certificato di equipollenza.

2. Pagamento

Per poter istruire la pratica di equipollenza, è necessario effettuare un versamento di € 250,00. Tale importo, che comprende una marca da bollo del valore di 16 € che si assolve dunque virtualmente, non è in alcun modo rimborsabile. Puoi ottenere gli estremi del pagamento compilando l'apposita form, una volta verificata dagli uffici la completezza della documentazione allegata.

3. Upload

Una volta raccolti tutti i documenti da allegare alla richiesta, scansionali e inviali attraverso la stessa form usata per richiedere gli estremi del pagamento.

Accettazione e valutazione della domanda

La risposta del Politecnico di Milano alla tua richiesta si articola in due fasi:

Fase 1 - Accettazione della domanda

La pratica di riconoscimento viene definita completa, e può essere istruita, quando risultano caricati tutti i documenti richiesti sopra.
E’ inoltre necessario specificare, nel momento in cui si inviano i documenti necessari, la tipologia di corso per la quale si richiede il riconoscimento (Laurea o Laurea Magistrale), nonché la denominazione esatta del corso. Questa può essere verificata consultando l’offerta formativa.

Fase 2 - Valutazione della domanda

La tua domanda riceverà una valutazione entro 90 giorni dalla data di accettazione. La valutazione viene effettuata dalla Scuola a cui afferisce il corso per cui richiedi il riconoscimento del titolo estero. In caso di valutazione positiva, potrai richiedere il certificato di riconoscimento accademico. In caso contrario, ti comunicheremo i motivi per cui il riconoscimento non può essere concesso.

La richiesta del certificato

Se la tua domanda è stata valutata positivamente, puoi ottenere il certificato di riconoscimento accademico nei modi e nei termini che ti verranno comunicati dall'ufficio incaricato.
Per ricevere il certificato, dovrai presentare gli originali dei documenti che sono stati allegati alla domanda, nel caso in cui non siano già stati verificati da CIMEA tramite Attestato di Comparabilità e Attestato di Verifica.

Hai una domanda?

Contattaci → Attenzione! Per poterci inviare una email devi prima registrarti ai Servizi Online.