T.I.M.E. Top International Managers in Engineering

Contatti Polimi

Referente istituzionale

prof.ssa Monica Riva

Attività istituzionali

Francesca Fogal
T.I.M.E. Coordinator 
francesca.fogal@polimi.it

Michela Gregori
Servizio Mobilità Internazionale
doubledegrees@polimi.it 

Presentazione

L'associazione T.I.M.E. (Top International Managers in Engineering) è una rete, fondata nel 1989, che unisce importanti università tecniche e scuole di ingegneria europee e non, con una forte dimensione internazionale in ambito didattico, di ricerca e nelle relazioni industriali. L'associazione è attualmente composta da 59 membri in 25 paesi.

Il Politecnico di Milano è membro dell’Advisory Committee dell’Associazione e ha ricoperto 2 volte il ruolo di Presidente dell’Associazione. 

Doppie lauree

Il principale obiettivo dell’associazione è quello di promuovere la mobilità studenti nell’ambito della doppia laurea a livello di laurea magistrale.

Il Politecnico di Milano ha attivi accordi di doppia laurea con 39 membri dell’associazione. Per maggiori informazioni relative alle mobilità di doppia laurea, gli studenti possono consultare le pagine dedicate alla mobilità internazionale.

Maggiori informazioni:

Progetti T.I.M.E

Oltre alle attività di doppia laurea, T.I.M.E. promuove una serie di altre iniziative, tra cui i progetti T.I.M.E. , attraverso i quali l’Associazione co-finanzia iniziative, nuove o già esistenti tra atenei membri, in cui T.I.M.E. possa rappresentare un valore aggiunto.

Il Politecnico di Milano ha già partecipato a numerosi progetti. In questo momento sono attivi:

  • Il progetto GeoBIM for improved asset management, coordinato dal prof. Fulvio Re Cecconi, DABC. Il progetto coinvolge il Politecnico di Milano (capofila), Lund University; Norwegian Universiy of Science and Technology e University College London (UCL). GeoBIM prevede la creazione una summer school internazionale sull'integrazione del Building Information Modelling (BIM) e dei Geographic Information Systems (GIS) per migliorare il processo decisionale (Asset and Facilities Management - AM/FM).  Questa Summer School interdisciplinare, ospitata da una delle sedi coinvolte nel progetto, è rivolta a 10 studenti di dottorato delle università incluse nel consorzio, dalle seguenti aree di ricerca: AM/FM, GIS/3D City Modelling e BIM, con l'obiettivo di creare una rete di studenti con una forte consapevolezza di concetti e competenze al di fuori della loro disciplina di origine e la capacità di lavorare in team interdisciplinari.
  • Il progetto Job Networking Sessions (JNS), coordinato da École Centrale Nantes. Il progetto coinvolge l'École Centrale e le sedi italiane e spagnole di T.I.M.E. Lo scopo è da un lato promuovere le competenze degli Alumni T.I.M.E. presso aziende internazionali aiutandoli a incrementare le opportunità di iniziare e sviluppare una carriera di successo; dall’altro aumentare le relazioni tra le università T.I.M.E. e le aziende. L’obiettivo del progetto è di organizzare 2 eventi annuali, uno in Italia e uno in Spagna, dove si riuniscono laureati e studenti T.I.M.E. e manager delle risorse umane rappresentanti alcune tra le migliori aziende in Spagna e in Italia, con l’obiettivo di promuovere offerte di stage/lavoro. Al Politecnico di Milano, l’iniziativa è gestita dal Servizio Mobilità Internazionale.
  • Il progetto T.I.M.E. International Real Estate Challenge, coordinato dalla prof.ssa Marzia Morena, DABC. Si tratta di un business game basato sui temi di Real Estate management. Gli studenti, divisi in team, si sfidano assistiti da tutor locali.
  • Il progetto Training School on Modelling Compound climate-related Events, coordinato dal prof. Carlo De Michele (DICA). Il progetto coinvolge il Politecnico di Milano (capofila), Technische Universität Dresden (Germania) e Vrije Universiteit Brussel (Belgio). Questo progetto intende proporre una scuola di formazione sulla modellazione di eventi climatici composti per formare la prossima generazione di ricercatori e scienziati in grado di affrontare eventi complessi e di grande impatto. La scuola, rivolta a studenti di dottorato, avrà una durata di due settimane e fornirà strumenti e metodologie per studiare tali tipi di eventi.  Vi sarà inoltre la possibilità di lavorare su progetti scientifici organizzati in quattro piccoli gruppi e per socializzare con gli altri partecipanti e i docenti.
  • Il progetto The role of digitalization in supporting the industrial circular transition, coordinato dalla prof. ssa Alessandra Neri (DIG). Il progetto coinvolge il Politecnico di Milano (capofila), KTH Royal Institute of Technology (Svezia) e Universidad Politecnica di Madrid (Spagna), University of the West of England (UK) e Aston Business School (UK).
    Il progetto si propone di condurre un'indagine presso le aziende per capire:
    • le tecnologie digitali più adottate
    • le pratiche di economia circolare più adottate
    • il supporto offerto dalle tecnologie digitali all'adozione di specifiche pratiche di economia circolare
    • quali sono le capacità generate dall'introduzione e dall'applicazione delle tecnologie digitali che possono supportare l'adozione di pratiche di economia circolare
    L'indagine si concentrerà su imprese industriali caratterizzate da diversi fattori contestuali, ovvero il settore, la dimensione, il paese, il livello di maturità per la digitalizzazione e l'economia circolare. In questo modo, i punti di interesse sopra citati saranno sintetizzati con i fattori contestuali che caratterizzano i cluster di imprese. In particolare, ci si aspetta che i fattori contestuali abbiano un impatto sul possibile ruolo delle tecnologie digitali.

Task Force: Digital Education

Attraverso questa task force, T.I.M.E. propone una significativa e duratura collaborazione tra i membri con l’obiettivo di far diventare l'Associazione e le sue università un futuro polo di riferimento per materiale di apprendimento online. Il Politecnico di Milano, grazie al servizio Metid, è attivamente coinvolto nello sviluppo delle attività della task force.