10.09.201809:00

Empowering Imagination, Idea League Summer School al Politecnico di Milano

Una settimana di approfondimento sul tema dell’immaginazione


Si è svolta dal 3 al 7 settembre 2018 "Empowering Imagination" la Idea League Summer School 2018 organizzata dal Politecnico di Milano. IDEA League è un'alleanza strategica fra cinque università europee di primaria importanza, con l’obiettivo di rinforzare i legami fra la tecnologia, la scienza e la società. Ne fanno parte Politecnico di Milano, ETH di Zurigo, TU di Delft, RWTH di Aachen, Chalmers University of Technology di Göteborg.

Ogni anno i partner di IDEA League organizzano una Summer School volta ad approfondire tematiche di ricerca attuali, con l’obiettivo di dare agli studenti la possibilità di sviluppare le loro conoscenze accademiche, anche di natura interdisciplinare, e le loro soft skills.

“Empowering Imagination” ha affrontato il tema dell’immaginazione, che è presente nella filosofia occidentale fin dalla sua genesi e continua a rimanere fondamentale nella ricerca filosofica contemporanea. La nozione di immaginazione comporta uno specifico tipo di rappresentazione mentale che è differente dalla percezione, dal ricordo e dalla credenza. Immaginare significa modellare oggetti mentali che ci aiutano enormemente: prima di tutto a capire noi stessi e gli altri esseri umani, e inoltre a progettare sia le nostre azioni che gli oggetti su cui stiamo lavorando, fornendoci una potente guida nel regno del possibile, come una sorta di ponte tra il presente e il futuro a cui aspiriamo.

L’obiettivo del corso è stato riconoscere l’immaginazione come uno dei più promettenti strumenti che abbiamo a disposizione quando pensiamo a come comportarci e interagire con gli oggetti che creiamo nell’ambito scientifico, ingegneristico, architettonico e del design. Il corso ha fornito agli studenti di dottorato alcuni fondamentali strumenti teoretici (in particolare sull’immaginazione estetica, l’immaginazione morale e la modellazione scientifica) e la possibilità di esercitare l’immaginazione attraverso esercizi che puntano a migliorare la capacità di servirsene.

Ester Bernadò, coach certificata con un solido background di istruzione e ricerca, ha guidato gli studenti per tutta la settimana. Sono intervenuti i professori Aaron Meskin (University of Leeds), Margherita Arcangeli (Humboldt Universität zu Berlin), Arnon Levy (Hebrew University of Jerusalem). Coordinatrici sono state Simona Chiodo del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani e Viola Schiaffonati del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria.