Obiettivi e risultati di ricerca del Politecnico di Milano

Mission

Il Politecnico di Milano è impegnato a raggiungere l'eccellenza nella ricerca. Il percorso verso l'eccellenza si sviluppa lungo le seguenti azioni: supportare le attività di ricerca di base e industriale; sviluppare partnership strategiche con il mondo accademico e l'industria in tutto il mondo per fornire un contributo significativo alla società; sviluppare nuove linee di ricerca interdisciplinari per affrontare le sfide sociali; incorporare sviluppi scientifici e risultati della ricerca nella formazione universitaria. I Dipartimenti del Politecnico di Milano sono responsabili per l'attuazione della missione nei loro settori scientifici.

Policy

Open Access

Il Politecnico di Milano promuove l’attuazione del principio dell’accesso aperto ("Open Access"), in ottemperanza a quanto stabilito dal proprio Statuto nel quale si afferma che "Il Politecnico incentiva l’accesso pieno e aperto alla conoscenza, promuovendo la libera circolazione e la più ampia diffusione, anche in formato digitale, di contenuti didattici, culturali e organizzativi" (art. 4) e come definito dalla Berlin Declaration on Open Access to Knowledge in the Sciences and Humanities dell’ottobre 2003, firmata dal Politecnico con la sottoscrizione della Dichiarazione di Messina del 2004. Il principio dell’accesso aperto mira a potenziare la disseminazione su scala internazionale della ricerca scientifica; a comprimere il tasso di duplicazione degli studi scientifici; a rafforzare la ricerca interdisciplinare, il trasferimento della conoscenza alle imprese e la trasparenza verso la cittadinanza; a rendere più efficiente l’uso di contributi scientifici a fini didattici; a garantire la conservazione nel tempo della produzione scientifica.
Pubblicare in Open Access

Carta Europea dei Ricercatori

Nel 2005, la Commissione Europea ha adottato la Raccomandazione riguardante la Carta europea dei ricercatorie un Codice di condotta per l’assunzione dei ricercatori. Questo strumento rappresenta un quadro di riferimento sia per i ricercatori, sia per chi finanzia la ricerca, per la garanzia delle condizioni lavorative e per migliori prospettive di carriera puntando su: trasparenza nelle assunzioni, principi etici della ricerca, sviluppo professionale e formazione continua, sicurezza sociale, mobilità.

Nel 2014 il Politecnico di Milano ha svolto la fase di autovalutazione e definito il piano di azione. Nel mese di giugno 2015 la Commissione Europea si è espressa in maniera favorevole concedendo il riconoscimento “HR Excellence in Research”.

Di seguito potete trovare la Gap Analysis e l’Action Plan.

Gap Analysis e Action Plan

Risultati della ricerca

Ranking

Per il posizionamento del Politecnico di Milano nelle classifiche internazionali, consulta la pagina "Numeri del Politecnico di Milano".

Esiti finanziamenti

Il Politecnico di Milano risulta essere il primo ateneo italiano per progetti finanziati dalla Commissione Europea nell’ambito del 7° Programma quadro di ricerca e sviluppo, confermando quindi, la sua capacità progettuale e di attrazione di finanziamenti sul territorio lombardo.

I risultati in sintesi sono:

  • numero di progetti finanziati: 281
  • tasso di successo: 25,6%
  • entrate da UE: 90 milioni di euro

L’Ateneo vanta un tasso di successo superiore alla media europea del 21% e superiore alla media italiana del 18,3%. In particolare, nell’ambito del Sottoprogramma ERC, sono stati vinti, in qualità di Host Institution, 5 Advanced Grant, 2 Consolidator Grant, 1 Starting Grant, oltre a 1 Advanced Grant come Partner.

Le attività che producono autofinanziamento per l'Ateneo rappresentano una parte consistente del bilancio. L’importo annuale dell’autofinanziamento da contratti di ricerca si aggira attorno ai 100 milioni di euro.

Nel quinquennio 2009-2013, il Politecnico di Milano ha stipulato numerosi contratti con enti pubblici e privati di importo superiore ai 500.000,00 euro. In particolare, sono stati siglati 15 contratti con privati per un valore complessivo di 12.200.000,00 euro (valore medio del contratto circa 820.000,00 euro) e 25 contratti con enti pubblici per un totale di risorse ricevute di 23.000.000,00 euro (valore medio del contratto circa 920.000,00 euro). I principali soggetti pubblici con cui l’Ateneo porta avanti attività di ricerca sono: Regione Lombardia, CNR, ASI, Comune di Milano, Enea, Camera di Commercio, Ministeri.

I risultati in termini di progetti europei finanziati, in particolare di Horizon 2020, sono visibili alla pagina Progetti EU.