07.02.201910:00

Sviluppato nuovo strumento per la caratterizzazione dei noduli tiroidei

Realizzato dai ricercatori del Politecnico, è parte del progetto LUCA, per nuove tecniche di screening oncologici


È stata completata l'integrazione dello strumento per la caratterizzazione dei noduli tiroidei nell’ambito del progetto H2020 LUCA (Laser and Ultrasound Co-analyzer for Thyroid Nodules), il cui obiettivo è la realizzazione di un nuovo strumento diagnostico ambulatoriale e a basso costo per questo tipo di tumori.

Il cancro alla tiroide è una sfida sanitaria importante, con circa trecentomila nuovi casi diagnosticati ogni anno in tutto il mondo. I metodi attuali non forniscono un supporto sufficiente ai medici nella valutazione dei noduli tiroidei; questo comporta un numero significativo di interventi chirurgici non necessari con un conseguente grave disagio per molti pazienti. È quindi necessaria una maggiore sensibilità e specificità del processo di screening.

LUCA affronta tale esigenza attraverso un nuovo dispositivo per la caratterizzazione dei noduli tiroidei. Il team interdisciplinare del Politecnico di Milano, guidato dal prof. Davide Contini del Dipartimento di Fisica e dal prof. Alberto Tosi del Dipartimento di Elettronica Informazione e Bioingegneria, ha sviluppato un dispositivo ottico per la caratterizzazione non invasiva del tessuto, che è stato combinato a un sistema ibrido ecografico-ottico per lo screening dei noduli tiroidei.

I ricercatori hanno effettuato le prime misurazioni con il nuovo dispositivo il 24 gennaio 2019. I primi test in vivo hanno avuto esito positivo, e i risultati si sono rivelati promettenti. Durante quest’ultimo anno del progetto LUCA, verrà condotto uno studio pilota di fattibilità su volontari sani e pazienti presso l’ospedale IDIBAPS di Barcellona.

Per saperne di più: http://luca-project.eu/#