Joint Research Centres

Una partnership strategica per essere protagonisti delle politiche di Ateneo

Il Joint Research Centre (JRC) è una partnership strategica di medio/lungo periodo di un’azienda con il Politecnico su tematiche di ricerca, innovazione e sviluppo di interesse comune con l’obiettivo di:

  • sviluppare ricerche avanzate e complesse dall’alto contenuto sperimentale e innovativo
  • consolidare rapporti duraturi per investimenti in ricerca e sviluppo a lungo termine
  • investire nella crescita delle risorse umane del futuro, supportando dottorati di ricerca e giovani ricercatori
  • creare osservatori congiunti sulle evoluzioni tecnologiche
  • condividere strumentazioni, laboratori e infrastrutture di ricerca per incentivare la cooperazione fra ricercatori del Politecnico e delle imprese
  • consentire all’azienda di accedere alle competenze multidisciplinari dell’Ateneo
  • facilitare la partecipazione congiunta a bandi per finanziamenti comunitari e/o nazionali

Questa partnership si concretizza con la sottoscrizione di un accordo di collaborazione scientifica pluriennale coordinata da un comitato di gestione congiunto che si avvale del supporto di un servizio dedicato.

JRC attivi

2I RETE GAS

Aree di ricerca

Preriscaldo delle cabine remi, protezione catodica, studio su miscele metano e idrogeno. 

ABB

Aree di ricerca

Diagnostica delle apparecchiature industriali orientate alla manutenzione predittiva.

Ansaldo Energia

Aree di ricerca

Macchinari e tecnologie per impianti energetici di nuova generazione.

Ariston Thermo

Aree di ricerca

Sviluppo di soluzioni di Climatizzazione Sostenibile come sviluppo e test di pompe di calore elettriche , sviluppo e test di pompe di calore ad assorbimento alimentate a gas e sistemi IOT.

Artsana

Aree di ricerca

Design, ottimizzazione dei processi produttivi, ottimizzazione dei processi logistici, studio di nuove tecnologie e nuovi materiali, sistemi di simulazionre e test di laboratorio.

ARUP

Aree di ricerca

Costituzione di una piattaforma conoscitiva nel campo dell’architettura e dell’ingegneria.

Astrazeneca

Autostrade per l'Italia

Aree di ricerca

Smart mobility e smart roads, ottimizzazione della performance dell’infrastruttura, green infrastructure, resilient infrastructure, innovation in structural health monitoring, sistema esperto di guida alla progettazione, digital transformation.

Baker Hughes

Aree di ricerca

Additive manifacturing, aerodinamica avanzata, digital twins, knowledge management, prognostics, data science.

Camozzi Group

Aree di ricerca

Massimizzazione dell’impiego della robotica collaborativa all’interno delle linee di produzione di Camozzi; sviluppo di componentistica, sensoristica e software di ultima generazione in ottica industry 4.0; studio e caratterizzazione del processo di additive manifacturing.

Danieli & C. Officine Meccaniche spa

Enel

Aree di ricerca

Cooperazione impegnata sulle sfide energetiche globali che implicano valutazione delle risorse, processi e sviluppo tecnologico, innovazione rivoluzionaria, analisi del sistema energetico e scenari tra cui l’economia, impatto ambientale e sociale dei sistemi energetici.

Eni

Aree di ricerca

Ricerca e sviluppo, sostenibilità, progettazione, rilevazione e monitoraggio, analisi, innovazione e sviluppo.

Huawei

Aree di ricerca

Joint Lab (Jlab) è un programma decennale di cooperazione tra vari dipartimenti incentrato su: tecnologia 5G/6G, radar veicolare, connettività e rete wireless veicolare

IMQ

Aree di ricerca

Bioingegneria e dispositivi medici, compatibilità elettromagnetica, connettività, interoperabilità dei sistemi, tecnologia 5G, IOT, caratterizzazione di componenti e sistemi.

Infineon

Aree di ricerca

Ricerca nel campo dei circuiti e dei sistemi CMOS a frequenza radio e frequenza millimetrica.

Leonardo spa

Aree di ricerca

Fluido-aerodinamica; strutture e materiali strutturali e multifunzionali; sistemi meccanici ed elettrici; sistemi e componenti avionici; sistemi elettronici di guida, navigazione e controllo; ingegneria del software; system engineering; sensoristica ottica, acustica; robotica spaziale; formazione manageriale professionale.

Lucchini RS

NTTDATA spa

Aree di ricerca

Smart mobility, cybersecurity, blockchain, internet of humans, data analytics, universal design, product and service design.

Pirelli Tyre


Saipem

SNAM

Aree di ricerca

Idrogeno, transizione energetica, trasformazione digitale, modellistica e del sistema energetico e scenari di medio e lungo termine.

Solvay

Aree di ricerca

Sviluppo di materiali e soluzioni tecniche per la produzione, conversione e stoccaggio di energia con tecnologie sostenibili; sviluppo di polimeri e processi per la purificazione di acqua e biogas; chimica del fluoro per la sintesi e caratterizzazione di materiali innovativi ad alte prestazioni; tecniche avanzate di caratterizzazione di materiali e manufatti.

ST Microelectronics

Aree di ricerca

High power high frequency conversion; design e dinamica di MEMS (micro electric mechanical systems);  modellistica, progettazione e caratterizzazione multifisica di microsistemi; integrazione di materiali multifunzionali in dispositivi di silicio.

Vodafone Italia

Aree di ricerca

Metodologie di analisi di dati di rete e di traffico finalizzate alla definizione di indicatori prestazionali sintetici;  attività di sperimentazione della rete Vodafone nel campus del Politecnico di Milano; tecniche di pianificazione dei radiomobili 4G; analisi di reti NGAN (next generation access network) con tecnologia fiber the cabinet.

WHIRLPOOL

Aree di ricerca

Product intelligence (smart appliances); food preservation and food waste; energy efficency; noise reduction; ergonomicity and design; nuovi trattamenti e tecnologie di funzionalizzazione delle superfici per la facilitazione delle pulizie; proprietà autopulenti; miglioramento di resistenza al graffio su substrati metallici, vetrosi, plastici; proprietà self-healing; nuovi trattamenti e tecnologie per definire a costi competitivi nuove estetiche passive o attive; nuovi materiali compositi competitivi a livello di costo, privi di interazioni con campi elettromagnetici ed adeguate ad elevate temperature; nuovi materiali atti a promuovere controllo dell’umidità di assorbimento e rilascio attivo dell’umidità.

Contatti

Per maggiori informazioni scrivere a corporate-relations@polimi.it