Scadenze e procedure amministrative

Anno accademico 2021/2022

Quando

Le scadenze relative alle tasse ed esoneri sono indicate nell'apposita sezione:

Scadenze

Nota - Per gli studenti che si immatricolano nel 2021/2022 (compreso chi si immatricola a seguito di decadenza, rinuncia e trasferimento da altro Ateneo): il pagamento della 1° rata deve essere effettuato entro i termini previsti per l’immatricolazione come indicato sul sito PoliOrientaMi.

Come

Presentare l'ISEE rilasciato con data 2021

Gli studenti che si immatricolano per la prima volta al Politecnico di Milano nell’anno accademico 2021/2022 e dichiarano per tempo di appartenere a un nucleo familiare il cui ISEE rilasciato con data 2021 (Uso prestazioni per il diritto allo studio universitario) è inferiore o uguale a 30.000 € hanno diritto a un esonero ai sensi della legge 232/2016 e successive modifiche e integrazioni. Se l’ISEE è inferiore a 23.328 € è possibile ottenere una riduzione già a partire dalla prima rata.

Attenzione: per la determinazione della 2° rata è richiesto necessariamente l'inserimento di un ISEE rilasciato con data 2022.

Per usufruire dell’esonero consigliamo di inserire prima possibile all’interno dei Servizi Online (Dati > Tasse e agevolazioni economiche > Dichiarazioni ISEE) la data di sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica, vale a dire il documento che lo studente presenta all'INPS per chiedere il calcolo dell'ISEE. Sarà cura del Politecnico di Milano ottenere dall'INPS la verifica della correttezza ed il valore dell'ISEE.

Presentare l'ISEE rilasciato con data 2022

La presentazione dell'ISEE rilasciato con data 2022 è necessaria per richiedere l'eventuale esonero e la graduazione del contributo onnicomprensivo.

Procedura: accedere ai Servizi Online (Dati > Tasse e agevolazioni economiche > Dichiarazione ISEE) e inserire la data di sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (vale a dire il documento che lo studente ha presentato all'INPS per chiedere il calcolo dell'ISEE). Sarà cura del Politecnico di Milano ottenere dall'INPS la verifica della correttezza ed il valore dell'ISEE.

Note:

  • Non sono validi ISEE "uso Università" in riferimento al Codice fiscale dello studente con relativa Dichiarazione Sostitutiva Unica non riferite all'anno 2022, cioè presentate prima del 1 gennaio 2022.
  • Per le seguenti categorie di studenti non è richiesta la presentazione dell’ISEE con data 2022, ai fini della determinazione dell'importo di seconda rata: 1) studenti idonei/beneficiari di borsa del Diritto allo Studio, iscritti ad anni successivi al primo anno di corso (Laurea, Laurea Magistrale, Laurea Magistrale a ciclo unico); 2) studenti internazionali extra-UE, cioè non equiparati agli studenti italiani con titolo di primo livello conseguito all’estero, iscritti ai corsi di Laurea Magistrale e non idonei/beneficiari di borsa del Diritto allo Studio; 3) studenti beneficiari di borsa di studio del Governo italiano.

Pagare la 1° e la 2° rata delle tasse

Tramite sistema PagoPA:

  • attraverso i Servizi Online
  • con l'apposito modulo di pagamento nei Servizi Online, utilizzabile presso i punti di pagamento convenzionati con il sistema PagoPA (tutti i principali istituti di credito, tranne gli uffici di Poste Italiane)
  • attraverso il sistema PagoFacile nelle modalità di pagamento:
    -IUV utilizzando il Codice Avviso di Pagamento sulla stampa dell’avviso
    oppure
    -utilizzando il circuito CBILL con il codice interbancario: F9489
  • tramite Poste Italiane - Paga online, utilizzando il bollettino postale integrato negli avvisi di pagamento pagoPA

Note:

  • Il pagamento della 2° rata comporta l’accettazione della fascia di contribuzione attribuita; non sarà quindi possibile richiedere eventuali variazioni in diminuzione della fascia dopo aver effettuato il pagamento della 2° rata
  • Per importi inferiori a 12,00 € non sarà disponibile nei Servizi Online il bollettino di pagamento, l’importo dovuto sarà automaticamente addebitato negli eventuali pagamenti successivi

Come pagare rate di importo superiore a € 1.500

  1. dalla tua pagina personale: "Tasse universitarie" > "Ultima richiesta non pagata", accedi alla piattaforma PagoPA, selezionando “Paga tramite pagoPA “- PAGA ON LINE: scegli, tra i metodi di pagamento proposti, "Altri metodi di pagamento", optando tra le opzioni proposte in base alla verifica dei limiti delle stesse, o "Addebito in conto" (se la tua banca offre il servizio MyBank)
  2. dalla tua pagina personale: "Tasse universitarie" > "Ultima richiesta non pagata", seleziona "Paga tramite pagoPA" - PAGA PIÙ TARDI: seleziona "Modulo di pagamento.pdf" e con l'avviso di pagamento potrai effettuare l'operazione allo sportello della tua banca, o attraverso Home Banking con PagoPA o circuito CBILL utilizzando il codice interbancario: F9489, oppure presso sportelli ATM abilitati
  3. dalla tua pagina personale: "Tasse universitarie" > "Ultima richiesta non pagata", seleziona "Paga tramite pagoPA", scegli come metodo di pagamento SCRIGNO PAGO FACILE

Attenzione: si consiglia di verificare che le tempistiche legate alle diverse modalità di pagamento non comportino il superamento delle date di scadenza.
Dopo avere pagato non è necessario presentare in Segreteria alcun documento. Potrai controllare la registrazione dell’avvenuto pagamento sui Servizi Online > Dati > Tasse e agevolazioni economiche > Storico pagamenti.

Presentare domanda di esonero (per le categorie previste dal Politecnico)

Per tutte le categorie di esonero previsteescluse le categorie 5,6 e 7 per le quali la concessione avviene d’ufficio

Procedura: la domanda di esonero va presentata attraverso i Servizi Online (Dati > Presentazione domanda esonero contributo onnicomprensivo).

Nel caso di presentazione di più domande di esonero verrà concesso solo quello economicamente più vantaggioso per lo studente, fatta eccezione per l'esonero previsto per la Doppia Laurea Interna che si cumula con quello per merito.

Altre informazioni

Maggiorazioni dovute a ritardi

In caso di mancato rispetto delle scadenze amministrative verrà attribuita una maggiorazione in particolare per: 

  • ritardato pagamento delle tasse universitarie. La maggiorazione sarà calcolata in rapporto al ritardo nel pagamento: dal giorno successivo alla scadenza e fino a 30 giorni di ritardo € 50,00; da 31 giorni a 60 giorni di ritardo € 80,00; da 61 giorni di ritardo ed oltre € 110,00;
  • ritardato inserimento della dichiarazione ISEE nei servizi online: una maggiorazione fissa pari a € 200,00; 
  • ritardata presentazione del piano degli studi rispetto alle scadenze definite nel calendario accademico: una maggiorazione fissa pari a € 100,00.

Nel caso in cui l’inserimento dell'ISEE rilasciato con data 2022 avvenga successivamente alla scadenza prevista, ma comunque entro il 31 dicembre 2022 il dato verrà comunque preso in considerazione per la determinazione della fascia, ma verrà addebitata la maggiorazione dovuta. Le eventuali maggiorazioni vengono addebitate in occasione della prima procedura di pagamento successiva al ritardo.

Attenzione: l'emissione del bollettino di pagamento di seconda rata avverrà indipendentemente dalla richiesta di assegnazione di una fascia inferiore al contributo pieno. Il pagamento in ritardo della rata comporterà l’attribuzione di un’ulteriore maggiorazione dovuta in relazione al ritardo nel pagamento. In caso di registrazione in ritardo della sottoscrizione ISEE 2022, nei Servizi online occorrerà comunicare espressamente alla Segreteria studenti la necessità di generare un bollettino di pagamento aggiornato.

In mancanza di un ISEE valido e in ogni caso dopo il pagamento della seconda rata, non è concessa nessuna riduzione del contributo onnicomprensivo pieno.

Maggiori informazioni sull'ISEE

L’indicatore ISEE è rilasciato dall’INPS e puoi rivolgerti ad un CAF per avere assistenza e supporto. Puoi trovare tutte le informazioni necessarie ed un simulatore per il calcolo sul sito dell'INPS> Prestazioni e servizi > Tutti i servizi > ISEE Post-riforma 2015. L’ISEE deve essere rilasciato "uso Università" in riferimento al codice fiscale dello studente e non deve contenere “omissioni/difformità/discordanze”. Gli studenti sono obbligati a dichiarare tutti i redditi, il patrimonio mobiliare e immobiliare previsti dalla normativa ISEE e sono responsabili della completezza e della conformità alla normativa citata della propria dichiarazione ISEE.

Maggiori informazioni