5.12.2017 17:32

Giulia Ghiretti è di nuovo sul podio

Giulia Ghiretti è di nuovo sul podio.

Nei mondiali paralimpici di nuoto che si stanno svolgendo a Città del Messico, gli atleti della nostra nazionale hanno già guadagnato numerose medaglie. Tra queste ci sono l’oro e il bronzo di Giulia rispettivamente nei 100 rana classe SB4 e nei 50 farfalla classe S5. Sembra non fermarsi mai la serie di successi di questa ragazza che ad appena 23 anni ha già guadagnato una serie di risultati invidiabili nelle più importanti manifestazioni internazionali, dai Mondiali di Glasgow 2015, passando per gli Europei di Madeira 2016, fino alle Olimpiadi di Rio nello stesso anno.

Oltre ad essere un’atleta di alto livello, Giulia è anche una studentessa del nostro Politecnico, circostanza che ci fa inorgoglire e seguire con ancora più coinvolgimento la sua storia, fatta di tanta passione, impegno costante, e una forza d’animo fuori del comune. Giulia è originaria di Parma, si è trasferita a Milano quattro anni fa, studia ingegneria biomedica, e le sue giornate sono scandite dalle lezioni al mattino e dagli allenamenti nel pomeriggio.

Le sue parole, che avevamo raccolto in un’intervista dell’anno scorso, sono straordinariamente lucide e di una forza prorompente, quasi un pugno nello stomaco:

“Ho capito che la sofferenza fa parte della vita e che bisogna andare avanti e cercare di farlo in maniera positiva, senza porsi dei limiti. Ho realizzato che non ero io ad essere cambiata, ma solo la mia condizione e che quindi potevo fare tutto come prima, trasformando il mondo intorno a me in base alle mie necessità”.

Chissà quante volte abbiamo incrociato Giulia nel campus, soffermandoci distrattamente alla superficie, mentre in realtà, davanti a noi, avevamo l’esempio di quanto i sogni, le passioni, la forza di volontà possano essere decisivi nel superare le piccole e grandi avversità della vita, e non riescano a fermare uno spirito combattivo e determinato.