27.11.202316:50

Propulsione ionica in atmosfera, al via il progetto IPROP

Il Politecnico di Milano capofila del progetto finanziato dal programma europeo EIC


Ha preso il via con il kick-off meeting del 21-22 novembre il progetto europeo IPROP - Ionic PROPulsion in Atmoshpere - coordinato dal prof. Marco Belan del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Aerospaziali (DAER) del Politecnico di Milano e finanziato tramite il bando “EIC Pathfinder Open”, promosso dal Consiglio Europeo dell’Innovazione per sostenere idee innovative in grado di aprire la strada a nuove tecnologie.

Il progetto intende esplorare le possibilità di sviluppo della propulsione ionica, che sino ad ora ha trovato applicazione solo in ambito spaziale, anche in atmosfera, portandola oltre l'attuale fase pionieristica, con lo scopo di comprendere se possa divenire in futuro una tecnologia di largo impiego.

Il programma impegnerà i partner in una vasta fase di ricerca fondamentale che riguarderà la teoria stessa dei fenomeni di ionizzazione, lo studio delle geometrie degli elettrodi impiegati nella propulsione ionica, fino ad esplorare l'integrazione di propulsori innovativi su prototipi volanti. 

Nel quadro del progetto verrà infatti realizzato un vero e proprio prototipo di velivolo a propulsione ionica: si tratterà di un dirigibile che avrà la funzione di dimostratore tecnologico, un primo passo verso applicazioni di più vasta scala e a quote più elevate. Proprio sui possibili impieghi di questa tecnologia nella stratosfera si concentrano infatti grandi aspettative: essa coniuga infatti lunghi tempi di esercizio senza manutenzione e bassissimo impatto ambientale.

Il consorzio IPROP, guidato dal Politecnico di Milano, comprende inoltre Università di Bologna, Karlsruher Institut für Technologie, Technische Universität Dresden, Von Karman Institute for Fluid Dynamics, Institut Supérieur de l'Aéronautique et de l'Espace (ISAE-SUPAERO), Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) e l’azienda Aeronord.
Il team coinvolto per il Politecnico include attualmente Filippo Maggi, Carlo Riboldi, Stefano Cacciola, Raffaello Terenzi, Stefano Trovato, Davide Usuelli, Domenico Montenero e Marco Belan per il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Aerospaziali; Paolo Barbante, Lorenzo Valdettaro e Carlo de Falco per il Dipartimento di Matematica.

Space @polimi