31.07.201915:27

Vittoria del team Dynamis PRC alla Formula SAE Italy 2019

Gli studenti del Politecnico di Milano primi assoluti nella categoria 1C - combustion


La manifestazione, che ha radunato per 5 giorni il futuro del Motorsport europeo all’Autodromo Riccardo Paletti a Varano de’ Melegari, ha incoronato i ragazzi del Politecnico di Milano primi assoluti nella categoria 1C – combustion.

Oltre 2.600 studenti da 27 Paesi e 80 diversi atenei in rappresentanza di 87 team universitari si sono confrontati in pista e non solo, grazie a Formula SAE Italy 2019, dove hanno presentato e testato il loro progetto davanti alla commissione di esperti e personalità di spicco del Motorsport.

Gli studenti di Dynamis PRC hanno ideato e realizzato una vettura in monoscocca di carbonio e hanno elaborato un motore Aprilia a combustione interna che ha superato per efficienza e prestazioni quelli degli altri team universitari in gara. Tale vittoria segue un’altra vittoria: quella conseguita nel circuito di Assen nella competizione Formula Student Netherlands 2019.

Un’emozione impagabile per i giovani studenti che hanno avuto la possibilità di compiere il primo vero passo nel mondo delle corse automobilistiche.

Dynamis PRC è un team multidisciplinare composto da 85 ragazzi provenienti da numerosi corsi di laurea del nostro Ateneo, tutti accomunati dalla passione per le monoposto. Mentore del team è il prof. Federico Cheli insieme al prof. Francesco Braghin.

“Siamo orgogliosi di essere la prima squadra italiana della nostra categoria e tra i top team al mondo – ha affermato Ludovico Pierri, team leader di Dymanis PRC  - abbiamo chiamato a raccolta studenti di discipline diverse, dai meccanici ai gestionali, e ognuno ha contribuito a mettere un importante tassello nella vittoria finale. Grandissima soddisfazione anche per essere il primo team italiano che vince nella Formula SAE Italy categoria 1C da quando questa gara esiste, ossia dal 2005”.

“Sono molto felice dell’importante risultato raggiunto dal team -  commenta il prof. Federico Cheli -  e sono molto orgoglioso degli studenti del team che con grandi sacrifici ed una elevata competenza tecnica sono riusciti a realizzare un veicolo da competizione caratterizzato da notevoli prestazioni che si è imposto nella gara internazionale di Formula SAE Italy 2019”.

“I risultati raggiunti sia in Olanda che in Italia -  aggiunge il prof. Francesco Braghin - sono frutto di anni di continui miglioramenti sia tecnici che organizzativi. Queste vittorie ci danno la carica giusta per affrontare la prossima sfida, la Formula Student Germany che si terrà a Hockenheim nella prima metà di agosto e che vedrà la partecipazione di ben 118 team. Per il futuro, poi, abbiamo in cantiere una rivoluzione. Ma non tolgo la sorpresa”.