04.07.201915:00

Marinella Levi vince il premio internazionale Tecnovisionarie 2019

La nostra docente riconosciuta tra le donne che inventano e trasformano il futuro attraverso la Ricerca Scientifica


Dopo quasi un anno di lavoro e centinaia di candidature vagliate, l’associazione Women&Technologies ha assegnato il Premio Internazionale Tecnovisionarie® 2019, XIII edizione, attribuito ogni anno a donne che, nella loro attività professionale, hanno testimoniato di possedere visione, privilegiando l’impatto sociale, la trasparenza nei comportamenti e l’etica.

Per la categoria “Ricerca scientifica” è stata premiata Marinella Levi, Professore Ordinario di Scienza e Tecnologia dei Materiali del Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “Giulio Natta” del Politecnico di Milano. 

A consegnare il premio Anna Dotti, la nostra studentessa di Ingegneria dei Materiali e delle Nanotecnologie e socia di Women&Technologies che ha segnalato la candidatura della prof.ssa Levi.

Questa la motivazione:

La parola che definisce l’attività di Marinella Levi è solidarietà. Dottore in Ingegneria dei Materiali, oggi Professore Ordinario presso il Politecnico di Milano, ha sempre amato imparare e insegnare, fin da piccola. Non a caso, ha indirizzato i suoi sforzi nello studio e nella trasmissione del sapere, raggiungendo risultati eccellenti.

Ma è nel fare che Marinella Levi vive la sua condizione ideale, rendendo concrete le sue competenze e mettendole a disposizione degli altri. Nel 2013 ha creato il +Lab, laboratorio d’innovazioni e stampa tridimensionale, in cui sperimenta nuovi materiali polimerici da impiegare in tecnologie low cost di stampa 3D.

Da sempre attenta ai temi legati alla salute e alla coprogettazione con persone diversamente abili, s’impegna ogni giorno per realizzare ciò in cui crede: rendere la tecnologia un’alleata dei bisogni e dei desideri di tutti.

Il tema protagonista di questa edizione è stato “Sostenibilità e Nuovi Materiali”, un fronte che impegna tutti per un futuro possibile ed in cui le donne premiate già stanno esprimendo capacità realizzative e di approfondimento. Come Marinella Levi:

La scoperta di nuovi materiali ha da sempre segnato la stessa evoluzione dell’uomo. Dopo l’età della pietra, del ferro, e del rame, dopo le rivoluzioni industriali fondate sull’acciaio per le locomotive, sulla plastica per gli oggetti di ogni giorno, sul silicio per i computer, è giunto il momento della rivoluzione dei materiali per il pianeta. Perché ciascuno di noi ha ricevuto la terra in dono dai padri, ma in prestito dai figli

Sono donne imprenditrici, professioniste, manager e brillanti talenti visionari legate da un unico filo: la voglia di cambiare e trasformare il futuro per contribuire a costruire la società di oggi e domani. Una società fondata sull’ingegno e il riconoscimento del talento, la vocazione all’etica, alla trasparenza e all’inclusione, per indurre quel cambiamento necessario alla crescita del Paese, in un momento in cui velocità, innovazione e tecnologia sono imperanti nella scena competitiva.