15.04.202111:15

BAMBI: progettare un dispositivo domestico per le emorragie post-partum

Un progetto per contrastare la mortalità materna nei Paesi a basso reddito


L’emorragia post-partum (PPH) è la principale causa di morte materna a livello globale. Dei 140.000 decessi per PPH annuali, il 99% avviene nei Paesi in via di sviluppo, in comunità già fragili a causa di condizioni economiche precarie e rese ancor più vulnerabili dalla pandemia di SARS-CoV-2. 

Lo standard di riferimento per la gestione della PPH nei paesi industrializzati è il palloncino Bakri® il quale tuttavia, a causa del suo costo, non si presta ad applicazioni su larga scala nei Paesi in via di sviluppo.

Il progetto BAMBI (Balloon Against Maternal BleedIng) mira a sviluppare un dispositivo domestico a basso costo che consenta di gestire in modo corretto ed efficace la PPH a casa, riducendo così l’accesso agli ospedali e il rischio COVID per le madri.

Il progetto, che vede come Responsabile scientifico la prof.ssa Maria Laura Costantino, coinvolge il Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica “Giulio Natta”, il Dipartimento di Meccanica, il Dipartimento di Design e il Technology Transfer Office (TTO). È inoltre prevista la collaborazione del dott. Alberto Zanini, di CUAMM - Medici con l’Africa e di Soleterre Onlus.

BAMBI è uno dei 5 progetti vincitori dell’edizione 2020 dei Polisocial Award, l’iniziativa che, grazie ai fondi provenienti dal 5x1000, sostiene lo sviluppo della ricerca scientifica ad alto impatto sociale al Politecnico.

Scopri come destinare il tuo 5x1000 al Politecnico di Milano.