08.04.201916:30

#STEMINTHECITY

Oltre 50 eventi per abbattere gli stereotipi di genere e avvicinare le ragazze alle opportunità offerte dal digitale


Inizia a Milano il “mese delle STEM”, prima parte dell’iniziativa #STEMintheCity, promossa dal Comune di Milano in collaborazione con importanti realtà del settore pubblico e privato e il sostegno delle Nazioni Unite.

Il programma dell’evento si articolerà lungo tutto il mese di aprile 2019 – con più di 50 incontri tra seminari, corsi di formazione, installazioni e spettacoli che coinvolgono tutto il sistema educativo della città metropolitana, tra cui il Politecnico di Milano – e terminerà il 6, 7 e 8 maggio con la Maratona delle STEM.

Anche per questa terza edizione, l’obiettivo è promuovere la diffusione delle discipline tecnico-scientifiche e delle nuove tecnologie digitali come opportunità per il futuro professionale delle nuove generazioni senza distinzione di genere. Oggi è fondamentale abbattere gli stereotipi che tengono lontane le bambine e le ragazze dai percorsi di studio in scienze, tecnologia, ingegneria e matematica, creando le condizioni per avvicinare le giovani donne a queste discipline.

Il Politecnico, da sempre sensibile a questo tema, ha recentemente varato il nuovo piano strategico POP (Pari Opportunità Politecniche), con cui intendiamo impegnarci per garantire un ambiente di studio e lavoro che rispetti non solo le identità di genere, ma anche le diverse abilità, le culture e provenienze.

Nell’anno delle celebrazioni leonardesche, il tema guida sarà “Arte e Scienza”, a testimoniare il legame tra human&tech che ha contraddistinto la genialità di Leonardo da Vinci, l’artista che ha fatto di Milano la città simbolo dell’innovazione.

Inoltre anche quest’anno STEM è accompagnata dalla lettera A, un forte richiamo al legame imprescindibile tra conoscenza scientifica e cultura umanistica.

Ecco i quattro appuntamenti organizzati dal Politecnico di Milano:

 

Vivere alla convergenza tra il mondo fisico e digitale: la nuova frontiera del 5G

Lunedì 15 aprile, ore 17:30

Politecnico di Milano, piazza Leonardo da Vinci 32, edificio 3, aula De Donato.

Relatori: Antonio Capone, Elisabetta Di Nitto, Armin Okic, Bin Xiang

Le reti di comunicazione e la computazione hanno modificato in modo significativo il nostro approccio alla vita. In questo seminario i relatori si focalizzeranno sulla rete 5G e sul suo impatto nella società. Questa tecnologia è abilitata dalla cooperazione tra reti e computer, che oggi costituiscono un portale tra il mondo digitale e quello fisico. Attraverso questo portale, noi possiamo acquisire informazioni dal mondo fisico, elaborarle nel mondo digitale e usare i risultati per nuovi scopi sia nel mondo digitale che in quello fisico. Di conseguenza, la distinzione tra questi due mondi sta sparendo.

Lavorare in questo nuovo contesto come ingegnere significa acquisire una conoscenza poliedrica e un’esperienza derivante da svariati domini applicativi, dall’etica all’elettronica, dalla matematica alla programmazione, dalla fisica alle organizzazioni multiculturali.

Partendo dalla loro esperienza specifica, i relatori analizzeranno questi aspetti e forniranno alcuni spunti di riflessione sul futuro del 5G e su un futuro possibile per quei giovani ingegneri e ricercatori che vogliano imbarcarsi in questa impresa.

Spotlight è un progetto europeo, finanziato dal programma Marie-Sklodowska Curie, che ha lo scopo di soddisfare e superare i requisiti definiti per la rete dati mobile 5G-and-Beyond. Il progetto creerà una rete di studenti di dottorato completamente integrata e multidisciplinare che analizzerà, progetterà e ottimizzerà le prestazioni di una nuova e dirompente architettura di rete basata sulla parallelizzazione massiva di piattaforme cloud nel cuore della rete e sull’analisi di grandi quantità di dati eseguita su un insieme virtuale di risorse di energia, radio, computazione e immagazzinamento dati.

Iscrizioni:www.eventi.polimi.it/events/vivere-alla-convergenza-tra-il-mondo-fisico-e-digitale-la-nuova-frontiera-del-5g-in-occasione-di-stem-in-the-city

Superare lacune e misconcetti: l'apprendimento (felice) della fisica

Lunedì 29 aprile, ore 17:00

Politecnico di Milano, via Ampère 2, edificio 11, aula Rogers

Il laboratorio ST2 di sperimentazione didattica del Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano si propone di studiare e sperimentare nuove metodologie e tecnologie didattiche in ambito universitario (ma non solo) nell'insegnamento della fisica (ma non solo), valorizzando la molteplicità di interazioni possibili tra lo studente e il docente.

Tra i progetti che sta seguendo e analizzando ve ne sono due che verranno presentati e condivisi:

  • Highlight misconceptions in Physics
    Finanziato dall'associazione T.I.M.E (Top Industrial Managers for Europe), il progetto mira a identificare e superare i più significativi e diffusi malintesi mostrati dagli studenti in relazione alle loro conoscenze di base di fisica. Il progetto è stato sviluppato e coordinato dal Politecnico di Milano, in collaborazione con la Doshisha University di Kyoto (Giappone), la Bauman Moscow State Technical University (Russia) e l’Università degli Studi di Trento. Individuati i “misconcetti”, vengono analizzati e sviluppati video sperimentali ad hoc, che vengono poi condivisi con filosofia aperta e gratuita OER (Open Education Resources) sul canale YouTube del laboratorio.
  • Peer learning
    In collaborazione con l'Universitat Oberta de Catalunya (Spagna).
    La modalità di peer learning affianca la didattica tradizionale, e per mezzo di questionari svolti online e facendo utilizzare agli studenti i propri dispositivi quali smartphone, tablet, o pc in una filosofia BYOD (Bring Your Own Device), consente da un lato di verificare quale sia lo stato di comprensione degli argomenti trattati, dall'altro di mostrare come tale comprensione possa migliorare dopo che gli studenti, suddivisi in piccoli gruppi, abbiano avuto la possibilità di discuterne tra loro ed eventualmente cambiare la risposta precedentemente fornita al quesito.

Oltre che mostrare tali metodologie didattiche, verranno presentati i principali risultati di apprendimento ottenuti: sperimentare e analizzare.

Che dite, siete pronti a verificare in aula come individuare i misconcetti e migliorare l'apprendimento della fisica? Enjoy with Physics!

Iscrizioni:www.eventi.polimi.it/events/superare-lacune-e-misconcetti-lapprendimento-felice-della-fisica-in-occasione-di-stem-in-the-city/

Memoria e STEM: Un viaggio virtuale alle origini dell’intelligenza artificiale

Lunedì 6 maggio, ore 10:00

Politecnico di Milano, via Ponzio 34/5, Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria, sala conferenze Emilio Gatti

L’evento, organizzato dalla Fondazione Politecnico di Milano, si propone di narrare il primo anno di POLIMUSEO. Si tratta di un progetto realizzato con il Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano e finanziato dalla Fondazione Micron, che coinvolge gli studenti di due istituti secondari impegnati nella creazione di un museo virtuale sui reperti storico-scientifici inerenti la storia dell’informatica, dell’elettronica e delle telecomunicazioni attualmente ospitati nell’ateneo.

Gli studenti avranno l'occasione di raccontare la loro esperienza alla scoperta degli strumenti e delle invenzioni che ci hanno portato ad avere oggi i dispositivi digitali che usiamo quotidianamente, come tablet, smartphone, visori, stampanti 3D.

A seguire, testimonianze dei docenti del dipartimento coinvolti e di Fondazione Micron.

Iscrizioni:www.eventi.polimi.it/events/memoria-e-stem-un-viaggio-virtuale-alle-origini-dellintelligenza-artificiale-in-occasione-di-stem-in-the-city/

TechCamp@POLIMI: "Girls make Games"

Presenteremo TechCamp@POLIMI, la serie di corsi estivi su temi tecnologici riservata ai ragazzi dal secondo anno delle scuole secondarie di secondo grado, che si terrà al Politecnico di Milano tra il 10 e il 28 giugno 2019.

L’obiettivo di TechCamp@POLIMI, prima iniziativa in Italia di questo genere, è quello di consentire ai ragazzi di entrare in contatto con alcuni tra i temi di maggiore attualità ed importanza nel mondo della tecnologia – quali ad esempio programmazione, robotica e mobilità – per allargare la loro cultura tecnologica e supportarli nella scelta del percorso accademico. I contenuti dei corsi, di livello universitario, saranno preparati ed esposti in inglese ai ragazzi da docenti del Politecnico di Milano nelle aule dell’ateneo.

Durante l’evento, dopo una breve presentazione generale dei camp, verrà offerta un’esperienza diretta di TechCamp@POLIMI, con una lezione di ‘’Anatomia dei Videogiochi’’ e un’esperienza guidata di laboratorio di programmazione hands-on di un vero videogioco.

I videogiochi sono prodotti tecnologici sofisticati, realizzati con una combinazione di design, grafica, narrativa, musica, programmazione, modellazione matematica ed economica, disegno, pittura, regia cinematografica, fotografia, psicologia, ecc. Nella lezione, partendo dagli elementi chiave di un videogioco, esamineremo gli ingredienti che rendono un gioco più coinvolgente di altri e gli elementi che ne formano la struttura. Analizzeremo le meccaniche dei videogiochi più noti e vedremo come queste sono combinate con grafica, audio e narrativa per creare esperienze coinvolgenti. Esamineremo inoltre come alcune meccaniche siano utilizzate nei giochi free-to-play che tutti giochiamo sui nostri cellulari. Si passerà poi alla programmazione di un videogioco e ognuno potrà produrre il suo sul proprio pc portatile.

Per poter partecipare all’evento è obbligatorio presentarsi con il proprio computer.


Iscrizioni:
https://www.eventi.polimi.it/events/memoria-e-stem-un-viaggio-virtuale-alle-origini-dellintelligenza-artificiale-in-occasione-di-stem-in-the-city/

Per saperne di più:
Sul sito Steminthecity.eu è disponibile l’elenco completo di appuntamenti che coinvolgono il sistema educativo della città metropolitana.