22.07.202113:20

Progetto DESOLINATION

Più efficienza dalla sinergia tra solare a concentrazione e desalinizzazione


Ha preso il via il progetto DESOLINATION, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020, che, in un arco di 48 mesi, sperimenterà soluzioni innovative negli ambiti dell’energia solare a concentrazione e della desalinizzazione dell’acqua. L’obiettivo è quello di integrare queste due tecnologie, traendo vantaggio dal loro affiancamento, dalle mutue interazioni e potenzialità

La regione del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC) è stata individuata come area di sperimentazione del progetto e, in particolare, in Arabia Saudita verrà messo in opera un impianto pilota che per la prima volta assocerà le due tecnologie nell’ottica di raggiungere livelli di efficienza senza precedenti. Il sistema proposto da DESOLINATION potrà fornire infatti, contemporaneamente, energia elettrica e acqua desalinizzata a prezzi convenienti, garantendo, al contempo, una cospicua riduzione del livello di emissioni di CO2 rispetto ai sistemi di desalinizzazione attualmente più diffusi

DESOLINATION sarà innovativo su diversi fronti. Per quanto riguarda l’energia solare a concentrazione, le miscele di anidride carbonica saranno il cuore dell'innovazione, portando a cicli di potenza più efficienti e meno costosi. Dal punto di vista della desalinizzazione dell'acqua, i processi ad osmosi forzata verranno collegati a quelli di distillazione a membrana, utilizzando il calore perso del ciclo di potenza per generare acqua dolce. Infine, una combinazione unica del ciclo di generazione di energia e di quello associato all'acqua permetterà al sistema accoppiato di lavorare ad elevati livelli di efficienza di conversione del calore sprecato in acqua dolce.

Il progetto, coordinato da Giampaolo Manzolini (Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano) coinvolgerà 19 partner in 9 paesi dell’Unione Europea e 3 paesi del GCC, tra università e centri di ricerca (Politecnico di Milano, Fraunhofer Institute, Lund University, Cranfield University, Tekniker, Lappeenranta-Lahti University of Technology, Università di Brescia, Technical University of Eindhoven, University of Maribor, Luleå University of Technology, King Saud University, University of Bahrain and German University of Technology), società industriali (Baker Hughes, Cobra and ACSP), e Piccole e medie imprese (Protarget, Temisth and Euroquality).

Per maggiori informazioni
https://cordis.europa.eu/project/id/101022686/