18.10.202118:20

Gli Hub di quartiere vincono l’Earthshot Prize

Il premio della Royal Foundation al progetto di Milano contro lo spreco alimentare


La Città di Milano con il progetto della Food policy degli Hub di quartiere contro lo spreco alimentare è vincitrice nella categoria “Build a Waste Free World” (Un mondo senza sprechi) della prima edizione del premio internazionale sulle migliori soluzioni per proteggere l'ambiente “Earthshot Prize”, organizzato dalla The Royal Foundation of The Duke and Duchess of Cambridge.

Domenica 17 ottobre, in collegamento su BBC e Discovery Channel, il Principe William ha svelato i vincitori, dopo la valutazione di un comitato di esperti internazionale che ha scelto Milano tra 750 iniziative candidate da tutto il mondo. A Milano la BBC ha preparato un collegamento con Londra da una terrazza con vista Duomo, al quale ha preso parte la Vicesindaco Anna Scavuzzo con rappresentanti di tutti i partner che rendono vivo questo progetto.

Il premio di un milione di sterline verrà utilizzato per potenziare i tre Hub esistenti nei quartieri Isola, Lambrate e Gallaratese, aprirne di nuovi, garantendone la sostenibilità sul lungo periodo, e replicare questa pratica virtuosa nella rete delle città che lavorano con Milano sulla food policy.

Il progetto è nato nel 2017 da un’alleanza tra Comune di Milano, Politecnico di Milano con il gruppo di ricerca del Dipartimento di Ingegneria Gestionale Food Sustainability Lab di cui fa parte l’Osservatorio Food Sustainability, Assolombarda, Fondazione Cariplo e il Programma QuBì.

La realizzazione del primo Hub ha poi coinvolto Banco alimentare della Lombardia e ha permesso di salvare oltre 10 tonnellate di cibo al mese, assicurando in un anno un flusso di 260.000 pasti equivalenti, che hanno raggiunto 3.800 persone, grazie al contributo di 20 supermercati, 4 mense aziendali e 24 enti del Terzo settore. A seguire, è stato avviato l'Hub di Lambrate, subito dopo il primo lockdown nella primavera 2020, gestito sempre da Banco alimentare della Lombardia in uno spazio messo a disposizione da AVIS Milano e con il contributo di BCC Milano. Il terzo Hub, al Gallaratese, è gestito da Terre des hommes con il contributo di Fondazione Milan. Il prossimo, in fase di progettazione, sarà l'Hub di quartiere contro lo spreco alimentare del Corvetto, con la gestione del Banco Alimentare della Lombardia e il contributo della Fondazione SNAM; mentre per aprirne un quinto il Comune di Milano ha recentemente avviato il tavolo di coprogettazione per l’Hub del Centro con l’Associazione IBVA e con il contributo di BCC Milano.

 

Il team del Dipartimento di Ingegneria Gestionale:
Alessandro Perego, Marco Melacini, Giulia Bartezzaghi, Annalaura Silvestro e Andrea Rizzuni del gruppo di ricerca Food Sustainability. 

Partner coinvolti:
Il progetto coinvolge importanti insegne della grande distribuzione tra cui Lidl Italia, Esselunga, Carrefour, NaturaSi, Erbert, Coop Lombardia, Il Gigante, Bennet, Penny Market con il supporto di Number1 Logistics Group che ha fornito i furgoni per gli Hub di Isola e Lambrate. Con Fondazione Cariplo e SogeMi il Comune di Milano ha inoltre lanciato l'iniziativa Foody zero sprechi per replicare il modello degli hub anche all'Ortomercato e recuperare il cibo fresco insieme a Banco alimentare della Lombardia, Recup, Croce Rossa sud milanese, Università degli studi di Milano e molti altri partner in supporto.