17.12.201911:06

Ambrogino d’Oro a Simone Barlaam

La prestigiosa benemerenza del Comune di Milano al campione di nuoto studente di Ingegneria Civile al Politecnico


Il nuotatore Simone Barlaam, iscritto al primo anno di Ingegneria Civile al Politecnico di Milano, ha ricevuto il 7 dicembre dal sindaco Giuseppe Sala l’ambrogino d’oro, la prestigiosa benemerenza civica che il Comune di Milano concede a chi ha saputo dare un contributo speciale alla città.

A soli 19 anni è già un atleta simbolo del movimento sportivo paralimpico italiano. Agli ultimi campionati mondiali di nuoto di Londra è stato eletto “Best Male Athlete” e ha conquistato cinque medaglie d’oro, un argento e tre record del mondo. Grazie a lui e ai suoi compagni di squadra, la nazionale italiana ha raggiunto il traguardo più ambito, guadagnando il primo posto nel medagliere mondiale.

Ecco la motivazione del conferimento della benemerenza:

“Classe 2000, all’età di sette anni ha scoperto il nuoto e dopo pochi anni, nonostante la malattia congenita alle ossa, è passato all’agonismo e alle prime gare, coronate da successi. A 17 anni ha fatto il suo esordio in nazionale ai Campionati di Città del Messico dove è riuscito a vincere due medaglie d’oro, un argento e un bronzo. Agli ultimi Campionati Mondiali di Londra ha gareggiato in sei competizioni e vinto cinque ori e un argento ma soprattutto ha conquistato il record mondiale nei 100 metri stile libero e nei 100 dorso. A soli 19 anni, è già stato sette volte campione del mondo e quattro volte campione europeo. Un atleta eccezionale, che non si è arreso alle difficoltà e sta scrivendo pagine bellissime per lo sport nazionale. Ma anche uno studente impegnato e ambizioso. Un orgoglio per Milano e per il Paese, un vero esempio per le giovani generazioni”

Simone entrerà presto a far parte del programma Dual Career, che aiuta i nostri studenti che praticano sport ad altissimi livelli a portare avanti con serenità e profitto sia l'attività sportiva, sia quella didattica.