28.09.202213:50

Al via il progetto TROPHY

Un nuovo microscopio per una diagnosi oncologica rapida e accurata


Le attività del progetto TROPHY (ulTRafast hOlograPHic FT-IR microscopY) sono ufficialmente iniziate. TROPHY è un progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Programma Horizon Europe che mira a sviluppare un nuovo metodo di microscopia vibrazionale label-free per la diagnosi del cancro.

La diagnosi tumorale si esegue tradizionalmente su sezioni di tessuto intraoperatorio congelato mediante analisi istopatologica post-chirurgia e, in casi selezionati, mediante diagnosi molecolare, tecnica elaborata e dispendiosa in termini di tempo. L'analisi della biopsia si esegue con colorazione del tessuto e valutazione della morfologia delle sue cellule al microscopio ottico. Questo metodo non è né rapido né quantitativo, ha una variabilità intrinseca nell'interpretazione che dipende dall'esperienza dell'istopatologo, e fornisce informazioni molecolari limitate.

Il microscopio sviluppato grazie al progetto TROPHY restituirà immagini dei biomarcatori molecolari con velocità e selettività chimica senza precedenti, per un’analisi del tumore rapida, precisa e libera da bias. A tal fine, il microscopio combinerà in modo unico elementi delle diverse microscopie sviluppate nel corso degli ultimi decenni, cioè la fototermica a infrarossi, quella a infrarossi in trasformata di Fourier e la microscopia olografica digitale, portandoli a una scala temporale ultraveloce senza precedenti. Integrerà anche l’Intelligenza Artificiale, per produrre risultati rapidi e assistere nel processo di stadiazione del tumore anche durante l'intervento chirurgico.

Questo microscopio assisterà gli operatori sanitari nella diagnostica della biopsia tumorale, consentirà diagnosi accurate per la chirurgia oncologica curativa, garantirà la resezione completa in sede d'intervento, contribuirà a determinare l’approccio terapeutico migliore per il singolo paziente e a individuare i cloni tumorali resistenti in ambito terapia mirata, aprendo la strada per la medicina oncologica di precisione continua.

Il progetto è coordinato dal Politecnico di Milano con il prof. Marco Marangoni del Dipartimento di Fisica come responsabile scientifico. Gli altri partner sono Fundacio Institut de Ciences Fotoniques (ICFO, Spagna), Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR, Italia), Lyncee Tec SA (LT, Svizzera), Universtaetsklinikum Jena (JUH, Germania), University of Exeter (UNEXE, Regno Unito), University of Cambridge (UCAM, Regno Unito).

Life Sciences @polimi