02.07.201815:25

Alleanza strategica tra Politecnico di Milano e Eni

Firmato il rinnovo dell’accordo quadro su economia circolare, transizione energetica e digitalizzazione


Il Politecnico di Milano e Eni inaugurano una nuova alleanza strategica nella ricerca scientifica, basata su innovazione e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare, della digitalizzazione e della transizione verso un sistema energetico sempre più sostenibile.

È stato infatti firmato il rinnovo dell’accordo quadro che dal 2008 ha dato luogo a investimenti da parte di Eni in attività di ricerca per circa 40 milioni di euro, tra cui 16 brevetti in cui sono presenti inventori del Politecnico. Un partenariato d’eccellenza che, unendo i bisogni espressi dall’Industria e le opportunità offerte dall’Università, è in grado di generare un circolo virtuoso e di valorizzare la ricerca scientifica come servizio al Paese e al suo sviluppo industriale. 

Le aree d’azione dell’accordo sono tre: l’economia circolare, intesa come sostenibilità dei processi produttivi, ottimizzazione delle risorse e minimizzazione dei rifiuti; la transizione energetica, con lo studio di tecnologie innovative di settore e la promozione dell’impiego del gas naturale; la digitalizzazione, tradotta in eccellenza operativa nell’ambito della sicurezza e della protezione ambientale. 

Il Politecnico è inoltre partner per la progettazione e realizzazione del Master Universitario di 2° livello in Energy Innovation.  Si tratta di un percorso formativo multidisciplinare d’eccellenza che consentirà a 25 giovani laureati magistrali in ingegneria, fisica, chimica e chimica industriale, di acquisire il know-how necessario per operare nel settore energetico, caratterizzato da continui e significativi trend innovativi. Agli studenti verrà offerto un contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca della durata di 12 mesi, e a coloro che conseguiranno il titolo con profitto sarà proposto un contratto di lavoro in azienda.