Interruzione degli studi

Se non rinnovi l’iscrizione pagando le tasse universitarie nei termini previsti interrompi gli studi intrapresi.

Non potrai frequentare le lezioni, sostenere esami, ottenere passaggi, trasferimenti o altri provvedimenti, godere di eventuali agevolazioni economiche.

Il periodo di interruzione, contrariamente a quello di sospensione, viene calcolato ai fini dei termini di decadenza degli studi.

Per riprendere gli studi dovrai iscriverti e versare le tasse arretrate dovute, purché siano rispettate le condizioni indicate nella sezione Decadenza dagli studi .

Se hai pagato la prima rata delle tasse e decidi di interrompere gli studi puoi non pagare la seconda rata. Quest'ultimo importo comprensivo di mora per ritardato pagamento ti verrà richiesto all'atto della ripresa degli studi. 

Ripresa degli studi

Se sei intenzionato a regolarizzare la tua posizione, devi contattare la Segreteria Studenti per il ritiro di un modulo di pagamento contenente gli importi di tasse e contributi relativi sia alle iscrizioni non effettuate sia all'iscrizione al corrente anno accademico.

Se ti trovi nello stato di interruzione (e non di decadenza), all’atto della ripresa degli studi dovrai:

  • versare il diritto fisso di ricongiuzione di 254,00 € per ogni anno accademico di interruzione
  • effettuare gli eventuali versamenti mancanti relativi all’ultima iscrizione precedente l’interruzione degli studi, comprensivi di eventuale mora
  • versare per intero le tasse e contributi relativi all’ultimo degli anni accademici di interruzione, nel caso siano ancora usufruibili sessioni d’esame
  • versare per intero le tasse e contributi dell’anno accademico in corso

Se non riprenderai i tuoi studi prima della fine del periodo di sospensione decadrai dagli studi.