Comitato Etico

Il Comitato Etico del Politecnico di Milano nel rispetto della normativa in vigore ha la finalità di salvaguardare:

  • i diritti, la dignità, l’integrità e il benessere degli esseri umani coinvolti in ricerche
  • il rispetto di ogni altro organismo vivente
  • il rispetto dell’ambiente in ogni sua dimensione e componente
  • la libertà e la promozione della scienza

Il Comitato ha il compito di fornire pareri, valutazioni, verifiche ai responsabili scientifici della ricerca, alle strutture direttamente interessate e agli organi di governo del Politecnico di Milano per assicurare che la ricerca venga svolta in accordo ai principi etici definiti dalla normativa internazionale, nazionale e dal Codice Etico interno, in particolare per le tematiche di ricerca che riguardano:

  • esseri umani (rilevamento di dati o segnali personali, apparecchi per interventi chirurgici, test e validazione di nuovi dispositivi di misura e/o intervento, interviste, osservazioni, raccolta di campioni biologici, misure di parametri fisiologici, informazioni raccolte e utilizzate per scopi differenti) 
  • utilizzo, produzione e raccolta di tessuti o cellule umane
  • raccolta di dati personali: ricerche concernenti il trattamento di informazioni relativi a una persona fisica identificata o identificabile
  • animali
  • paesi terzi
  • possibilità di doppio utilizzo di tecnologie: ricerche, tecnologie, informazioni che possano avere finalità, utilizzazione, sfruttamento a carattere militare, terroristico, ecc.
  • tecnologie e informazioni che potrebbero essere utilizzate per scopi non etici

Funzionamento del Comitato Etico

Le modalità di composizione della Commissione, quelle di validità delle sedute e quelle di deliberazione sono descritte nel Regolamento per l’istituzione del Comitato Etico. I curricula dei membri del Comitato Etico sono resi pubblici in questa sezione assieme alle delibere di nomina del Presidente e degli stessi componenti per il triennio 2016-2018.

Ambito di competenza del Comitato Etico

Esulano dalle competenze del Comitato Etico le funzioni che la legge riserva ai comitati etici di altri enti, in particolare a quelli ospedalieri.